Video

 

PRESA DIRETTA FUKUSHIMA ITALIA (RAI3 2012)

I primi 20 minuti si parla delle conseguenze del disastro di Fukushima e di come la fissione nucleare dell'uranio non sia affatto una soluzione ma solo un enorme problema del quale non abbiamo assolutamente necessità.

Dal minuto 21 circa si parla, con esempi concreti, di cosa possiamo fare noi nelle nostre case per ridurre le nostre spese energetiche e migliorare drasticamente la nostra salute e la Vita di tutta la nostra famiglia.

 

REPORT: I FOSSILIZZATI (RAI3 2016)

La situazione delle rinnovabili in Italia alla luce del basso prezzo del petrolio e del cambiamento climatico.

Dove stiamo andando?

Cosa possiamo fare noi in casa nostra per risparmiare sulle bollette e migliorare la nostra Vita?

Quale energia useremo da qui a qualche anno e quale useranno i nostri figli?

 

REPORT DEL 31/05/2015 (RAI3 2015)

Lotta tra energia fossile e rinnovabile alla luce dell'aumento del cambiamento climatico.

Paesi arabi sembrano aver preso la questione del riscaldamento globale più seriamente di noi. Di recente nel Golfo è stata avviata una seria politica di finanziamento delle energie rinnovabili. Ad Abu Dhabi è stata progettata e in parte già costruita un’intera città a impatto zero. Quando il petrolio sarà finito, potremmo ritrovarci ad acquistare da loro anche l’energia solare. In Italia, infatti, dopo il boom degli scorsi anni, la spinta alla costruzioni di nuovi parchi eolici e impianti fotovoltaici si è esaurita, Enel tiene ancora in piedi centrali termoelettriche e, anche nell’ultimo piano industriale, ha confermato la scelta del carbone. A distanza di 18 anni dal protocollo di Kyoto, la maggior parte delle misure introdotte per bloccare il riscaldamento globale si sono rivelate inefficaci. Il sistema dei carbon credit, i certificati che è necessario acquistare per inquinare, non solo non ha bloccato le emissioni di Co2, ma ha dato vita la possibilità, nel nostro paese, a organizzazioni che in alcuni casi sono risultate addirittura vicine al terrorismo internazionale, di intascare miliardi di euro. Ma se l’economia verde è oggi in forte calo, la colpa è anche della legislazione nazionale. Le leggi italiane, infatti, continuano a bloccare quella che dal punto di vista energetico potrebbe essere una vera e propria rivoluzione: la generazione energetica diffusa, che metterebbe in crisi lo status quo delle grandi centrali elettriche.

 

SCALA MERCALLI DEL 05/03/2016

Tema della puntata è l'energia.

Dai danni e dall'insostenibilità dell'utilizzo sempre più intensivo dell'energia proveniente da fonti fossili (carbone, petrolio, gas) a quanto è possibile aumentare  la sinergia tra le fonti rinnovabili (solare, eolico, idroelettrico) anche in Italia. 

Le nuove frontiere dell'energia sostenibile per i prossimi decenni dove l'Italia è protagonista: dallo sfruttamento del moto ondoso per la produzione di elettricità al progetto ITER, il primo sperimentale reattore nucleare a fusione in costruzione nel sud della Francia che rappresenta forse "La Soluzione Definitiva" e anche l'unica speranza per l'Umanità.

 

A TUTTO SOLE (REPORT DEL 15/12/2015 – RAI3)

La richiesta di energia elettrica aumenta sempre di più nel mondo. Ogni paese si trova ad affrontare un quesito: costerà di più generare corrente con centrali a gas o con centrali solari fotovoltaiche? Report ha cercato di fare un raffronto tra le due tecnologie, analizzando tutti i costi sia dal punto economico che quello di ricaduta ambientale, dalla sabbia alla cella, dal giacimento alla centrale, fino allo smaltimento e trattamento per il riutilizzo.

 

1986-2016 – CHERNOBYL ANNO ZERO

26 Aprile 1986:"Di punto in bianco, un giorno ti trasformi in un uomo di Chernobyl…Tu vorresti essere come tutti ma non puoi. Non ti è più possibile". Cronache dal disastro nucleare più grave della storia che prosegue ancora oggi.

Perchè la fissione nucleare dell'uranio non è stata, non è e non sarà mai una soluzione accettabile e soprattutto sostenibile.